La cucina italiana è famosa in tutto il mondo per la sua eterogeneità di sapori, colori e gusti propri di ogni sua Regione. In Sicilia da tantissimi secoli la farina di ceci viene utilizzata per la realizzazione di prodotti tipici come le panelle. Esse sono tipiche della città di Palermo e si possono acquistare in tanti posti, come nelle bancarelle ai lati della strada (per questo motivo sono famose per lo Street Food Siciliano) e nelle friggitorie. Tipicamente le panelle vengono servite con limone, sale, pepe e insieme ad un panino fresco con semi di sesamo. La ricetta è molto semplice e anche tu puoi provare a farle in casa, con un po’ di pazienza e avendo a disposizione alcuni ingredienti, molto facili da reperire nei migliori supermercati.

Ingredienti per 50 panelle

500 grammi di Farina di Ceci, 1500 ml di acqua, Sale q.b., prezzemolo, panini, olio di semi q.b., pepe nero.

Preparazione

La prima cosa da fare per preparare le panelle palermitane è quella di mettere dell’acqua fredda in una grande pentola e unire la farina di ceci. Con una frusta dovrete ora mescolare con energia per non far formare i grumi. Una volta che il composto sarà uniforme, accendete il fuoco. Aggiungete subito il sale e il pepe, continuando a mescolare il composto a fiamma media per evitare che la farina di ceci si attacchi alla pentola. Non appena il composto inizierà a bollire, fate cuocere ancora per circa 12 minuti sempre mescolando con forza.

Dopo che il composto avrà finito di cuocere dovrete levarlo dal fuoco, unire il prezzemolo e, prima che esso diventi freddo, spalmatelo nel retro di alcuni piatti in plastica rovesciati oppure su un tavolo di marmo. Le panelle dovrebbero avere uno spessore di circa 3 mm. Adesso armatevi di pazienza per 30 minuti e trovate qualche passatempo. Vi sembra un tempo troppo lungo? Provate con i bellissimi giochi di questo sito, finché le panelle avranno quella consistenza tale da essere staccate dal piano senza rompersi.

Un altro metodo per fare le panelle è quello di mettere il composto dentro ad un vassoio dopo averlo steso con un matterello. Questa operazione andrebbe fatta solo se il composto si è già raffreddato e non è possibile più stenderlo nei piattini. Una volta che la grande panella cruda sarà pronta non dovrai fare altro che tagliare la forma in tanti piccoli quadrati e friggerli nell’olio. E se ancora sei indeciso su come realizzare le panelle, ecco per te un altro consiglio: prendi delle formine per plumcake o per dolci, stendi al loro interno della carta da forno, imburra leggermente e metti dentro il composto a raffreddare. In questo modo sarà più facile estrarre la panella una volta che si raffredderà.

Adesso è arrivato il momento di friggere! Scaldate l’olio di semi e friggete le panelle finchè i loro lati non saranno dorati: a questo punto utilizzate della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. A fine cottura, tagliate i panini e farciteli con 3-5 panelle ciascuno, salate, pepate e aggiungete un goccio di limone. Buon appetito!

Suggerimenti

Concludiamo questa ricetta con alcuni accorgimenti utili per i nostri lettori. Le panelle sono un piatto dello Street Food Siciliano e vanno servite appena cucinate e ancora calde. Qualche goccia di succo di limone insaporirà ancora di più questo strepitoso piatto tradizionale. Le panelle già fritte dovrebbero essere consumate entro 24 ore, perché la loro consistenza potrebbe cambiare. Invece, l’impasto ancora crudo può essere conservato per un paio di giorni e fritto in un secondo momento. Non è invece consigliato il congelamento.